La Norvegia ha sospeso l’estradizione di Krekar a causa della crisi del coronavirus. L’Italia ha comunque chiesto la sua estradizione.

Krekar è attualmente detenuto nel carcere di Rebbinia a Roma. L’islamista curdo è stato segretamente espulso dalla Norvegia giovedì mattina.

Mulla Krekar è un curdo islamista del nord dell’Iraq. Il suo nome è Najmuddin Faraj Ahmad. Ha sempre negato qualsiasi legame con reti terroristiche.

Da 17 anni diversi governi norvegesi tentano di espellere Krekar dal Paese. Giovedì mattina il governo di Solberg ha vinto la causa.

Lo scorso luglio Krekar è stato condannato a 12 anni di carcere per pianificazione terroristica da un tribunale italiano nella città di Bolzano.

La sentenza è stata impugnata e pertanto non è giuridicamente vincolante.

La grave situazione venutasi a creare in Italia a causa della pandemia di coronavirus ha fatto sì che le autorità norvegesi credessero da tempo che un’eventuale estradizione di Krekar sarebbe stata rinviata a data da destinarsi.

Il governo ha quindi sospeso l’intero processo.

Le autorità norvegesi, attraverso il Ministero degli Affari Esteri, si sono quindi rivolte alle autorità italiane ponendo loro due domande:

  • Vuoi ancora che Krekar venga estradato?
  • Ci si prenderà cura della salute di Krekar?

L’Italia ha risposto “sì” ad entrambe le domande “poco tempo fa”, può confermare l’Aftenposten.

L’estradizione di Krekar è stata quindi ritardata a causa della pandemia di coronavirus, ma non per molto.

Il 12 febbraio di quest’anno, il Dipartimento di Giustizia ha deciso che Krekar dovesse essere estradato in Italia. Krekar si lamentò. Il 13 marzo divenne chiaro che la denuncia non era stata accettata dal re in consiglio.

Il governo voleva, per così dire, trasportarlo subito in Italia, ma la pandemia di coronavirus ha sospeso l’espulsione.

La polizia norvegese e quella italiana hanno collaborato per il trasporto fisico stesso, ma secondo quanto riferito all’Aftenposten, deve essere stata la polizia norvegese ad accompagnare Krekar in Italia.

leggi anche

Krekar è stato estradato in Italia

Meling: – Un omicidio giudiziario

L’avvocato di Krekar, Brynjar Meling, ha reagito con forza.

– È un giorno di vergogna per il PST, per la Procura nazionale, per la Procura generale, per il governo, per il Ministero, per il Tribunale. Ed è proprio così che si crea un assassinio giudiziario nel miglior modo possibile: si polverizza la responsabilità in modo che nessuno debba assumersi la responsabilità di ciò che è stato fatto, ha detto Meling a NTB.

Crede che la salute di Krekar avrebbe dovuto essere sufficiente per impedire l’estradizione adesso.

leggi anche

Il governo ha adottato il messaggio Krekar tre settimane dopo l’uscita del FRP

Krekar è stato ora inviato nel paese europeo più colpito dalla pandemia del coronavirus.

– Soffre sia di diabete che di pressione alta e ha anche 63 anni. Lo abbiamo segnalato al governo e al ministero e abbiamo chiesto un rinvio. Un apparato governativo decente ovviamente garantirebbe questo, ma in Norvegia non abbiamo questo, dice Meling.

Ha difeso Krekar per 17 anni e dice di voler unirsi alla sua squadra di difesa in Italia.

Mercoledì l’estradizione era sconosciuta al tribunale distrettuale

Al più tardi mercoledì, il tribunale distrettuale di Oslo, nell’ultima ordinanza di detenzione nel caso Krekar, ha dichiarato che non è stata fissata alcuna data di estradizione, riferisce TV 2:

“La situazione in Italia con il coronavirus fa sì che non sia stata ancora concordata una data di estradizione. Il PST è in dialogo con l’Italia su questo tema e l’estradizione avrà luogo non appena sarà auspicabile per entrambe le parti. La pandemia di coronavirus costituisce una situazione particolare che riguarda tutta l’Europa e questo è anche il motivo per cui gli imputati non sono ancora stati estradati, ma questa dovrebbe essere temporanea e una nuova pena detentiva in attesa della ripresa della pandemia non è sproporzionata”, indica la sentenza.

Già espulso nel 2003

Krekar arrivò in Norvegia come rifugiato contingentato nel 1991. Nel 2003 fu espulso definitivamente dalla Norvegia per motivi di sicurezza nazionale. Krekar è stato accusato di attività terroristiche in Iraq

Il suo caso ha dato fastidio ai cambi di governo per 17 anni e nel 2013 il FRP è andato alle urne per farlo espellere, ma ciò è avvenuto solo dopo che il FRP ha lasciato il governo.

Krekar era ora in custodia e nel corso degli anni ha trascorso molto tempo in prigione. È stato incriminato, condannato, ma anche assolto più volte per minacce in Norvegia.

Non è stato possibile deportarlo in Iraq, da dove proviene, perché avrebbe potuto essere torturato e giustiziato. La Norvegia è tenuta a non deportare persone in paesi in cui rischiano l’esecuzione.

Ma nel luglio dello scorso anno Krekar e altri cinque furono condannati in Italia. Krekar a 12 anni di prigione per aver guidato una rete terroristica chiamata Rawti Shax. Ora è stato estradato in Italia e presto verrà discusso il caso d’appello.

Non sappiamo cosa succede dopo una condanna

Non è chiaro cosa accadrà una volta completato il processo d’appello in Italia e Krekar potrebbe aver finito di scontare la sua pena detentiva.

Mæland non speculerà:

– Krekar è stato espulso dalla Norvegia per molti anni. Non è stata data alcuna garanzia a Krekar, quindi non posso fare ipotesi su cosa accadrà allora, dice Monica Mæland.

L’avvocato Meling ritiene che le autorità norvegesi dovrebbero garantire che Krekar possa tornare in Norvegia una volta terminato il suo soggiorno in Italia.

– La Norvegia dovrebbe fornire queste garanzie. Ciò che garantirò è che se ciò non dovesse accadere e succedesse qualcosa al Mullah Krekar, allora le persone responsabili saranno ritenute legalmente responsabili delle azioni che hanno commesso e delle decisioni che sono state prese.

FRP ha festeggiato con una torta

Durante la campagna elettorale del 2013 il FRP aveva promesso di mandare Krekar sul primo volo se si fosse presentato al governo e avesse preso una decisione. Sebbene il partito sia stato ministro della Giustizia dal 2013 fino a quando ha lasciato il governo a gennaio, il FRP non è riuscito a mantenere la sua promessa elettorale.

Tuttavia, giovedì in seno al FRP si è diffusa la notizia che Krekar era già stato inviato in Italia dal governo Høyre/KrF/Venstre. I politici della FRP Sylvi Listhaug e Jøran Kallmyr hanno organizzato una festa con una torta allo Storting e hanno invitato la stampa.

I politici avevano una torta decorata con la bandiera norvegese e quella italiana e con la scritta “Buon viaggio, Krekar”, scritta NRK.

– Gli auguriamo solo buona fortuna e speriamo che non ritorni mai più, dice Sylvi Listhaug, vicedirettrice della Frp.

Lene Vågslid (Ap), presidente della commissione Giustizia, ha scritto in un SMS di essere a conoscenza che era in corso un’estradizione.

“Sono felice che l’estradizione abbia avuto luogo. Il caso ha dimostrato che non si tratta di una soluzione miracolosa, come suggerisce da anni la FRP”, ha scritto all’Aftenposten.

Angioletto Balotelli

Appassionato di Internet. Specialista di musica. Esperto di cibo. Secchione dei social media. Orgoglioso fan del web. Evangelista televisivo impenitente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

desi girl rape mms publicporntrends.com india x videos
سكس مترجم مرات الاب pornblogplus.com انجي خوري عارية
indiasexcom pakistanipornmovie.com xnxx heroins
سكس صنين eroplaytube.com سكس افلام مترجمه
نيك طيز مصرى homeofpornstars.com اليسون تايلر
indian xnxx sex com teenextube.mobi fistnightsex
load house hentai hentaitgp.com breath of the wild zelda hentai
شيملات strikeporno.com سكس مولم
www x vedieos com kamtube.mobi bf images
mamta kulkarni porn xpornvideo.mobi wwwf
oriya xxxx liebelib.mobi sara khan hot
نجمة السكس arabicpornvideo.com نزول اللبن من الكس
سكس عبوديه video6tubes.com سكس ماساج
bf hindi video film dadyporn.mobi xxx sex hot
hc clips com zatube.mobi indian couple porn