È così che ricordano Mikhail Gorbachev – VG

1 / 6

RICORDA: L’ultimo leader dell’Unione Sovietica è morto martedì dopo essere stato a lungo malato. Visse fino a 91 anni.

I politici norvegesi e i corrispondenti russi usano parole grosse quando ricordano il compianto Mikhail Gorbachev.

Pubblicato:

I media russi riferiscono che Mikhail Gorbaciov è morto dopo una lunga malattia. Visse fino a 91 anni.

– Mikhail Gorbaciov ha cambiato il mondo. Ha aperto le possibilità di una riduzione dell’escalation e di un ordine mondiale completamente nuovo, ha scritto il ministro degli Esteri Anniken Huitfeldt in un SMS a VG.

– Dobbiamo continuare a lavorare per un mondo caratterizzato più da una cooperazione costruttiva che da contraddizioni e conflitti, scrive Huitfeldt.

Gorbaciov è stato l’ultimo capo di stato dell’Unione Sovietica dal 1985 al 1991. Nel 1990 è stato insignito del Premio Nobel per la pace per il suo ruolo nel porre fine alla Guerra Fredda.

L’attuale presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato mercoledì che Gorbaciov ha avuto un grande impatto sulla storia mondiale, riferisce Reuters.

Mikhail Gorbaciov sarà ricordato come un leader coraggioso, ha affermato il primo ministro Jonas Gahr Støre (Ap).

– In connessione con la morte di Mikhail Gorbaciov, ricorderemo un leader coraggioso che ha lasciato il segno nella storia scegliendo le riforme anziché la repressione, nonché fornendo un importante contributo per una fine pacifica della Guerra Fredda, scrive il Primo Ministro Støre su Twitter.

Mercoledì, anche Jens Stoltenberg della NATO ha ricordato Gorbaciov:

– La sua visione di un mondo migliore resta un esempio, scrive Stoltenberg Twitter.

Stoltenberg sottolinea che le riforme di Gorbaciov hanno contribuito a porre fine alla Guerra Fredda e hanno portato alla possibilità di una cooperazione tra NATO e Russia.

GIUGNO 1991: Visita del Presidente Mikhail Gorbaciov a Oslo. Qui tiene la sua conferenza per il Nobel al municipio di Oslo. Il municipio era pieno durante la conferenza.

Brundtland rende omaggio a Gorbaciov

L’ex primo ministro del lavoro Gro Harlem Brundtland ricorda Mikhail Gorbachev come una persona cordiale e impegnata.

– Gorbaciov era un leader che sapeva come cambiare la storia e scatenare enormi forze positive ai suoi tempi, ha detto Brundtland in una nota.

I due si incontrarono in diverse occasioni, in particolare nell’estate del 1991, pochi mesi prima della disintegrazione dell’Unione Sovietica. Gorbaciov era poi in visita a Oslo.

INCONTRA BRUNDTLAND: Gorbaciov con l’ex primo ministro norvegese Gro Harlem Brundtland (Ap).

– Aveva un carisma in cui tutto stava andando completamente tranquillo

– Gorbaciov è la persona che più ha segnato la storia del mondo nel 20° secolo.

Questo è ciò che l’ex corrispondente di NRK Marit Christensen ha detto a VG al telefono.

“Christensen, noto anche come ‘Mosca-Marit’, è stato corrispondente dall’Unione Sovietica negli anni ’80 e ha incontrato Gorbaciov in diverse occasioni.

– Ho incontrato molti leader mondiali, ma ha battuto tutti i record, dice Christensen.

INTERVISTA A BORBATSJOV: Marit Christensen, ex corrispondente dell’NRK

– Era una persona che aveva un carisma in cui tutto diventava completamente silenzioso e attratto da lui quando entrava nella stanza. È stata una strana esperienza.

Cita un episodio in particolare, in cui lei e un gruppo di giornalisti sono stati invitati al Cremlino per incontrare l’ex presidente. Era stato detto loro di non gridare domande, come facevano una volta.

– Ma poi ha iniziato a parlare con noi, ha detto.

– Un vero comunista

Christensen sottolinea come Gorbaciov abbia benedetto l’unificazione della Germania orientale e occidentale e non ha impedito la demolizione del muro di Berlino, contribuendo così alla riunificazione dell’Europa.

– Ha preso posizione su Glasnost e Peristroika, apertura e riforma, nel suo paese, ma anche nel mondo, conducendo colloqui con l’Occidente.

Per Gorbaciov, “glasnost” era un mezzo per tentare una ristrutturazione, “perestrojka”, dell’economia e della vita sociale dell’Unione Sovietica.

– Ma era un vero comunista. Aveva pensato che il paese sarebbe cambiato e sarebbe rimasto comunista. Egli stesso credeva che fosse una posizione politica sostenibile.

Christensen pensa che abbiamo perso un importante analista della situazione mondiale.

– È una perdita infinita per il mondo che se ne sia andato.

– Uno dei tre politici che ho ammirato di più

L’ex corrispondente della NRK Hans-Wilhelm Steinfeld è, per sua stessa ammissione, il giornalista norvegese che ha intervistato di più Gorbaciov.

Sapevo che aveva compiuto 91 anni il 2 marzo ed era malato. Quindi era una morte prevista. È così quando hai 91 anni. Ma era uno dei tre politici che ho ammirato di più nel 20° secolo, ha detto Steinfeld a VG al telefono.

– Gli altri due erano Willy Brandt e Winston Churchill.

VISITA IN NORVEGIA: Mikhail Gorbachev ha visitato Oslo nel 1991. Qui stringe la mano all’allora giornalista dell’NRK Hans-Wilhelm Steinfeld al suo arrivo a Fornebu.

Steinfeld afferma di essere rimasto in contatto con l’ex capo di stato nel corso degli anni.

– L’ho sentito due anni fa. Ha scritto una dedica molto bella nel suo libro.

– Come lo valuti come politico?

– L’uomo ha ricevuto il premio Nobel per la pace perché ha abbattuto il muro di Berlino. Ha creato il più grande cambiamento positivo nella storia europea dalla caduta del nazismo, risponde Steinfeld.

Solberg: – Meritato Premio Nobel per la Pace

Il leader conservatore Erna Solberg ricorda Gorbaciov come un importante politico e riformatore.

– Come ultimo capo di stato dell’Unione Sovietica, ha guidato una serie di importanti riforme economiche e liberali, che hanno contribuito alla fine della guerra fredda e alla caduta del comunismo in gran parte dell’Europa orientale. Nel 1990 ha ricevuto un meritato Premio Nobel per la Pace per il suo lavoro, ha detto Solberg a VG tramite il suo addetto stampa.

RICORDA GORBATSJOV: leader conservatore Erna Solberg.

– Anche se l’attuale governo Putin in Russia purtroppo ci sta portando in una direzione totalmente sbagliata, il contributo di Gorbaciov a un mondo più integrato e un migliore rapporto tra Oriente e Occidente avrà sempre significato una quantità infinita per milioni di persone, continua Solberg.

Bondevik: – È suo merito che la cortina di ferro sia caduta

L’ex primo ministro Kjell Magne Bondevik ha incontrato due volte Mikhail Gorbaciov.

– È merito suo che la cortina di ferro sia caduta e che l’Europa sia unita, ha detto Bondevik in un’intervista telefonica a VG dopo l’annuncio della morte di Gorbaciov martedì sera.

Bondevik ha incontrato Gorbaciov a Oslo il 15 maggio 1998, dopo le sue dimissioni da presidente dell’Unione Sovietica. Gorbaciov ha quindi lanciato una nuova organizzazione ambientale, Green Cross.

“Mi ha fatto visita presso l’ufficio del Primo Ministro per informarmi sul lavoro della nuova organizzazione”, ha detto Bondevik.

Pochi anni dopo, dopo le dimissioni di Bondevik da primo ministro, i due si incontrarono in una conferenza internazionale in Italia. Successivamente, i due hanno avuto una conversazione più lunga in privato, dice Bondevik.

– Gorbaciov ha parlato liberamente del suo tempo come Segretario Generale del Partito Comunista e del suo tempo come Presidente dell’Unione Sovietica. Ha spiegato perché ha permesso che la rivoluzione nell’Europa centrale e orientale avvenisse.

INCONTRATO GORBACHOV: L’ex primo ministro Kjell Magne Bondevik ha incontrato Mikhail Gorbaciov presso l’ufficio del primo ministro a Oslo il 15 maggio 1998.

Bondevik dice di aver chiesto a Gorbaciov perché non fosse intervenuto, come fecero i suoi predecessori durante le rivolte popolari in Ungheria nel 1956 e in Cecoslovacchia nel 1968.

– Gorbaciov ha detto di essersi reso conto che il vecchio sistema comunista e il governo autoritario non sarebbero stati sostenibili a lungo termine. Pertanto, ha lasciato che la rivoluzione si svolgesse in un paese dopo l’altro. Quando l’Unione Sovietica iniziò a sgretolarsi, si trattenne il più a lungo possibile, ma alla fine crollò anche lì.

– Ho avuto la netta impressione che Gorbaciov credesse che il tempo del sistema comunista autoritario fosse finito. Voleva la cooperazione con l’Occidente e voleva una Russia democratica.

Bondevik dice che Gorbaciov era una persona simpatica e piacevole, quasi un nonno.

– Era un ottimo interlocutore, per il quale avevo molto rispetto.

L’ex primo ministro afferma che Gorbaciov ha svolto un ruolo storico centrale nel consentire la rivoluzione nei paesi dell’Europa centrale e orientale.

– È merito suo che la cortina di ferro sia caduta e che l’Europa sia unita. Putin non sarà in grado di invertire tutto questo, afferma Kjell Magne Bondevik.

Ulisse Bellucci

Evil travel geek. Pensatore. Risolutore di problemi pluripremiato. Amante della pancetta. Lettore appassionato. Esperto televisivo devoto. Imprenditore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

desi girl rape mms publicporntrends.com india x videos
سكس مترجم مرات الاب pornblogplus.com انجي خوري عارية
indiasexcom pakistanipornmovie.com xnxx heroins
سكس صنين eroplaytube.com سكس افلام مترجمه
نيك طيز مصرى homeofpornstars.com اليسون تايلر
indian xnxx sex com teenextube.mobi fistnightsex
load house hentai hentaitgp.com breath of the wild zelda hentai
شيملات strikeporno.com سكس مولم
www x vedieos com kamtube.mobi bf images
mamta kulkarni porn xpornvideo.mobi wwwf
oriya xxxx liebelib.mobi sara khan hot
نجمة السكس arabicpornvideo.com نزول اللبن من الكس
سكس عبوديه video6tubes.com سكس ماساج
bf hindi video film dadyporn.mobi xxx sex hot
hc clips com zatube.mobi indian couple porn