Un passo avanti imminente per il patto europeo sull’asilo

La commissaria europea agli Affari interni Ylva Johansson spera che il Consiglio dei ministri possa trovare un accordo su una soluzione al meccanismo di crisi del patto di asilo dell’UE. Nel frattempo, i lavori per far adottare il patto sull’asilo sono in fase di stallo. Foto: Claudio Bresciani/TT/NTB

Di NTB | 28/09/2023 15:12:39

Politica: giovedì i ministri dell’Interno e della Giustizia dell’UE hanno discusso la questione per diverse ore.

Il meccanismo di crisi è stato l’elemento finale del patto globale sull’asilo che l’UE sta negoziando da tre anni. Ma finora i 27 paesi dell’UE non sono riusciti a mettersi d’accordo.

Per ora, diventa urgente se il patto sull’asilo debba passare attraverso le fasi lente della macchina europea prima delle elezioni al Parlamento europeo e alla Commissione europea nel giugno del prossimo anno.

Se ciò non accade, la corsa è finita, temono in molti.

La settimana scorsa, il Parlamento ha sospeso i negoziati su altre parti dell’accordo per fare pressione sul Consiglio dei ministri affinché trovi una soluzione al meccanismo di crisi.

La crisi sull’isola italiana di Lampedusa, dove negli ultimi tempi sono arrivati ​​migliaia di migranti, ha rafforzato la richiesta di una migliore gestione della situazione migratoria.

Dopo aver negoziato tutta la notte, la Germania è pronta a dire sì, ha detto il ministro degli Interni Nancy Faeser.

– Oggi voteremo a favore di questo compromesso, ha dichiarato ai suoi colleghi del Consiglio.

La disputa sul meccanismo di crisi riguarda essenzialmente due cose: i paesi del nord dell’UE temono che i paesi del sud premano rapidamente il pulsante della crisi e mandino i migranti a nord.

Il meccanismo consente inoltre la detenzione dei richiedenti asilo fino a 40 settimane. La Germania, in particolare, teme che ciò possa compromettere i diritti dei richiedenti asilo.

Perché una proposta ottenga la maggioranza, almeno 15 dei paesi (55%) che insieme rappresentano almeno il 65% della popolazione dell’UE devono essere favorevoli.

Lo scopo del patto sull’asilo è duplice: controlli più severi alle frontiere impediranno ai migranti di entrare in Europa. Il sistema di restituzione deve diventare molto più efficiente.

Allo stesso tempo, l’accordo garantirà una migliore condivisione degli oneri tra i paesi dell’UE. I paesi devono prendere la loro quota di migranti o pagare per lasciarli andare.

Il patto contiene anche un meccanismo di crisi che consente ai paesi che si trovano ad affrontare forti pressioni di inviare migranti verso altri paesi dell’UE. Inizialmente consentiva anche la detenzione dei migranti fino a 40 settimane.

Tuttavia, i dettagli della proposta di compromesso discussa giovedì dai ministri dell’UE non sono ancora noti.

Come tutti sanno, Ungheria e Polonia sono contrarie all’intero accordo, ma rischiano quindi di rimanere indietro.

Ciò ha portato in particolare a un trattamento molto diverso dei migranti e dei richiedenti asilo nei diversi paesi. Anche i paesi sotto forte pressione, come l’Italia e la Grecia, hanno talvolta aperto i loro confini verso nord quando la pressione è diventata troppo forte.

– Questo è uno dei programmi di riforma più importanti del nostro tempo, ha affermato il ministro degli Esteri belga Nicole de Moor.

– È stata una maratona di otto anni, ha detto.

Alla fine dell’anno, il Belgio assume la presidenza dell’UE e gli viene affidata la responsabilità di sciogliere il patto sull’asilo attraverso la procedura legale.

Anche il segretario di Stato Eriksen (Ap) al Ministero della Giustizia afferma che non è ancora chiaro quali norme saranno vincolanti per la Norvegia.

– L’ingresso della Norvegia significa che dobbiamo cooperare in Europa per controllare le nostre frontiere esterne e mostrare solidarietà tra i paesi, ha detto Eriksen ai media norvegesi prima dell’incontro.

Questo conflitto ha bloccato i lavori sull’intero patto sull’asilo, con grande frustrazione della Commissione Europea e del Parlamento Europeo.

All’ultimo minuto, la Germania ha fatto dietrofront dopo che mercoledì sera la presidenza spagnola ha presentato una nuova proposta di compromesso sul meccanismo per i paesi dell’UE.

Il dossier verrà ora trasmesso agli ambasciatori presso l’UE (COREPER), dove si deciderà finalmente se esiste o meno una maggioranza a favore del meccanismo di crisi e del patto di asilo. Ciò potrebbe accadere già nel pomeriggio di giovedì.

L’UE ha lavorato alla riforma dell’asilo sin dalla crisi dei rifugiati nel 2015. Da allora è diventato chiaro che l’Unione non disponeva di una politica di asilo globale e, soprattutto, comune.

Anche la Norvegia era rappresentata giovedì alla riunione del Consiglio dei ministri. La Norvegia è membro dell’accordo di Schengen e fa quindi parte della frontiera esterna dell’UE. L’ultimo aspetto del patto di asilo dell’UE potrebbe quindi avere un impatto importante sulla politica di asilo norvegese.

desi girl rape mms publicporntrends.com india x videos
سكس مترجم مرات الاب pornblogplus.com انجي خوري عارية
indiasexcom pakistanipornmovie.com xnxx heroins
سكس صنين eroplaytube.com سكس افلام مترجمه
نيك طيز مصرى homeofpornstars.com اليسون تايلر
indian xnxx sex com teenextube.mobi fistnightsex
load house hentai hentaitgp.com breath of the wild zelda hentai
شيملات strikeporno.com سكس مولم
www x vedieos com kamtube.mobi bf images
mamta kulkarni porn xpornvideo.mobi wwwf
oriya xxxx liebelib.mobi sara khan hot
نجمة السكس arabicpornvideo.com نزول اللبن من الكس
سكس عبوديه video6tubes.com سكس ماساج
bf hindi video film dadyporn.mobi xxx sex hot
hc clips com zatube.mobi indian couple porn